fbpx

Guernica – Lumo

Guernica – Lumo: centro dell’autonomia basca, divenne, con Picasso, il simbolo delle guerre del Novecento.

La città di Guernica

Guernica – Lumo è una delle città interne più importanti del País Vasco, e un must del cammino del nord.

Nata al centro della Riserva della Biosfera di Urdaibai, bene dell’Unesco nel 1984, è entrata prepotentemente nella memoria collettiva non per l’esperienza che visse, uguale a migliaia d’altre in mille altri luoghi,  ma perché fu l’unica ad essere immortalata, fotografata e mostrata al mondo da uno dei più grandi pittori del XX secolo.

In piena guerra civile infatti, esattamente il 26 aprile 1937, le forze aeree di Franco, probabilmente tedesche o italiane, bombardarono la città e causarono la morte non di soldati ma di centinaia di persone comuni.

Un attacco dal cielo contro un paese simbolo dell’autonomia basca, ma anche contro una comunità molto vicina alle forze repubblicane antifranchiste.

Guernica e Picasso

Soffocata dalle molte bombe Guernika venne quasi totalmente distrutta, e quando Picasso, antifascista e già da molti anni in Francia, ne apprese la notizia, ne rimase talmente sconvolto che volle dipingerla e addirittura mostrare l’opera all’Esposizione Universale di Parigi del 1937.

In soli due mesi e dopo decine di schizzi, su una tela enorme (grande circa 3,5 x 8m) e con una raffinata tecnica cubista, egli riuscì a rappresentare il dolore, la sofferenza, la paura, la morte, la guerra insomma, ma vissuta dalle persone comuni, una madre col proprio figlio, un uomo, un soldato, una donna. Nè armi, né sangue, né battaglie. Nessun colore, solo una scala infinita di grigi.

Lo straziante grido di dolore di un’umanità che nella guerra è già sconfitta, ma che immancabilmente riserva nel proprio animo una piccola speranza di rinascita. Guernica di Picasso diventa quindi il simbolo delle guerre del Novecento, e ha un ché di romantico il fatto che oggi proprio questa città ospiti il primo museo della pace della storia.ARBOL DE GUERNICA

Un forte legame col passato quindi, che emerge attraverso i luoghi simbolo della città: il museo etnografico di Euskal Herria; la chiesa di Santa Maria, uno degli edifici gotici meglio riusciti dei paesi baschi; l’ Árbol de Guernica, sotto i cui rami i politici locali diedero forma a un Fueros che rispecchiasse l’autonomia giuridica e amministrativa del popolo basco.

Nonostante il Cammino del Nord non vi passi accanto, dobbiamo segnalare la presenza non lontano da Guernica di un importante sito preistorico, la grotta di Santimamiñe, nella quale sono state rinvenute pitture rupestri datate 13.000 a.C.

[easy-social-like facebook=”true” facebook_url=”http://www.facebook.com/apiediperilmondo” twitter_follow=”true” twitter_follow_user=”apiedixilmondo” google=”true” google_url=”https://plus.google.com/u/0/104169773733250620203″ pinterest_pin=”true” skin=”metro” counters=0 align=”center”]

NEWSLETTER

Booking.com

Deborah Torreggiani

Ciao sono Deborah Torreggiani Editor e Co – Founder di Apiediperilmondo.com. La nostra missione è racchiudere in un solo portale tutte le informazioni sui viaggi a piedi, attraverso le nostre esperienze e il nostro lavoro.  Creo dei testi chiari e ricchi di informazioni per aiutarti a trovare tutto ciò che cerchi.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shop

Acquista ora tutto il necessario per i tuoi cammini o viaggi a piedi

Nuova edizione di

COME ORGANIZZARE IL

CAMMINO
DI SANTIAGO

Vuoi un preventivo
per il tuo
viaggio a piedi?

Scopri come possiamo aiutarti