fbpx

Arrivi a Santiago di ottobre 2016. Tanti americani sul Cammino

Tra i 28.232 pellegrini giunti a Santiago ad ottobre 2016, 2.617 sono statunitensi. Una breve riflessione sull’aumento di americani sul Cammino di Santiago

caminosantiagoSono 28.232 i pellegrini che in quest’ultimo mese di ottobre sono giunti a Santiago de Compostela. Un numero considerevole se pensiamo ai 25.574 dell’anno passato, e ai 23.206 dell’anno ancora precedente. Un trend, quello del Cammino, che non smette di avere successo tra i pellegrini e viandanti di tutto il mondo.

L’espressione “di tutto il mondo” non è un modo di dire, come potrebbe sembrare, ma una realtà consolidata e nota a tutti. Chi l’ha percorso sa che può incontrare persone di qualunque nazionalità  e di qualsiasi lingua.

Nonostante ciò è solo negli ultimi 8-9 anni che il Cammino di Santiago ha raggiunto numeri davvero importanti. Di certo la diffusione di libri, blog e film ha aiutato a farlo conoscere a un pubblico più ampio ed eterogeneo.

É quindi plausibile che questi stessi fattori abbiamo determinato una più massiccia presenza di australiani, giapponesi e americani sul Cammino di Santiago.

É proprio sulla presenza dei tantissimi americani sul Cammino di Santiago che voglio concentrarmi in queste ultime righe.

Non sai quale scarpe usare per il tuo cammino?

Vai  a come scegliere la Scarpa

scegliere-la-scarpa-copertina

Americani sul Cammino di Santiago

A noi italiani ed europei può risultare strano vedere migliaia di statunitensi ogni anno affollare le strade verso la capitale compostelana. In realtà l’Europa “latina” è da sempre una delle mete più ambite e ricercate dal pubblico statunitense, che vi vede un non so che di esotico e diverso.

Ma Il Cammino di Santiago non è una meta turistica come le altre. É un’esperienza particolare, unica. Qual’è quindi il perché di questa scelta?

L’oficina de Acogida al Peregrino ci fornisce uno strumento fondamentale per determinare l’andamento e il trend degli americani sul Cammino di Santiago.

Studiando le statistiche che ogni mese mette a disposizione possiamo innanzitutto notare che gli Stati Uniti rientrano ogni mese tra le prime otto nazionalità straniere sul Cammino.

Nel mese di ottobre ne sono arrivati a Santiago ben 2.617, quasi 1000 in più degli italiani, fermi a quota 1.649.

L’anno che più di tutti ha segnato una svolta riguardo la presenza di americani sul Cammino di Santiago, quello insomma che ha fatto registrare numeri assolutamente inediti, è stato il 2012.

Rispetto all’anno precedente c’è stato un aumento di ben il 76 % delle persone, confermato dall’ulteriore aumento di un altro 75% nel 2013.

statistica

Insomma, in due anni, dal 2011 al 2013, il numero di pellegrini americani è aumentato del 210%. Certo, il trend generale del Cammino di Santiago era in quegli anni positivo, ma si aggirava intorno al 10 / 15%, nulla a che vedere quindi con le cifre appena esposte.

Viene quindi da chiedersi come mai migliaia di persone abbiamo, da un anno all’altro, scelto di recarsi oltreoceano e percorrere il Cammino di Santiago.

Uno degli eventi che credo abbia influito in misura decisiva in questa decisione è stata nel 2010 l’uscita del film “The Way”.

Non sai che zaino usare per il tuo viaggio a piedi?

Vai a come scegliere lo zaino!

scegliere-lo-zaino

“The Way” e “In cammino per Santiago”, il cinema che parla di Cammino

the-wayThe way”, uscito negli Stati Uniti nel Settembre 2010, è uno dei più famosi film mai diretti sul Cammino di Santiago. Attori del calibro di Martin Sheen ed Emilio Estevez ( tra l’altro padre e e figlio anche nella realtà) hanno dato all’opera una fama e uno spessore importanti.

Fino ad allora la via per Santiago non era molto conosciuta oltreoceano. Era percorsa da appena qualche migliaio di statunitensi all’anno.

Nel giro di due anni però gli americani sul Cammino di Santiago si raddoppiano, triplicano, fino a diventare decine di migliaia.

Di certo ci sono stati molti altri fattori che hanno determinato questo risultato, ma è doveroso considerare anche la grande forza e capacità che il cinema ha di plasmare i desideri delle persone.

Sapere del Cammino di Santiago, e vederlo sono due cose completamente diverse. Non sarebbe bastato ammirare qualche bella foto per spingere le persone a percorrerlo. Bisognava essere trasportati in quel mondo, in quel particolare modo di camminare e di vivere l’esperienza per ottenere il boom di presenze che effettivamente si è verificato.

Che lo stesso effetto non si sia verificato anche per gli italiani?

Ricordiamo che il film, rinominato In cammino per Santiago” è uscito in Italia nel 2012. In quanti avranno percorso il Cammino di Santiago perché desiderosi di immergersi in quei luoghi e vivere la stessa incredibile esperienza?

Deborah Torreggiani

Ciao sono Deborah Torreggiani Editor e Co – Founder di Apiediperilmondo.com. La nostra missione è racchiudere in un solo portale tutte le informazioni sui viaggi a piedi, attraverso le nostre esperienze e il nostro lavoro.  Creo dei testi chiari e ricchi di informazioni per aiutarti a trovare tutto ciò che cerchi.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend