Edit Content

Compila il modulo per richiedere il tuo viaggio. Sarai ricontattato da un nostro Consulente

😊 Consigliamo la prenotazione con un preavviso minimo di 10 settimane dalla partenza
Edit Content

Compila il modulo per richiedere il tuo viaggio. Sarai ricontattato da un nostro Consulente

😊 Consigliamo la prenotazione con un preavviso minimo di 10 settimane dalla partenza

Consigli per affrontare il Cammino di Santiago da sola

a cura di
Fare il Cammino di Santiago da sola è davvero una sfida. Abbiamo preparato questa guida con consigli per affrontare il cammino.
il Cammino di Santiago da sola

Innanzitutto, cos’è il Cammino di Santiago?

Il Cammino di Santiago è una rete di percorsi che si snodano attraverso l’Europa e convergono nella Cattedrale di Santiago de Compostela, situata in Galizia, nel nord-ovest della Spagna. 

La convinzione che la cattedrale custodisca le spoglie dell’apostolo San Giacomo è all’origine della tradizione del pellegrinaggio nel Medioevo.

Sebbene il Camino sia stato originariamente concepito come una rete di percorsi per i pellegrinaggi religiosi, oggi centinaia di migliaia di persone di diversa provenienza lo percorrono per svariati motivi.

 Infatti, il Camino è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per la sua importanza culturale nel collegare persone di tutto il mondo.

Segui gli itinerari più popolari.

Mappa Cammini di Santiago

Per affrontare il Cammino di Santiago da sola la sicurezza è sempre la preoccupazione principale 

In tutta la rete di percorsi che portano a Santiago, tendono a verificarsi pochi incidenti e i cammini non sono così solitari come si potrebbe immaginare. 

Avrai sempre la possibilità di essere circondato o nelle vicinanze di gruppi di altri pellegrini e molti di loro saranno felici di accoglierti se, per qualsiasi motivo, non ti senti protetto.

Per rafforzare questo senso di sicurezza, ti consigliamo di cercare, per il tuo primo pellegrinaggio a Santiago, i percorsi più popolari.

  • Il Cammino francese è sempre una buona scelta, in quanto il percorso più frequentato e con infrastrutture e segnaletica migliori, per cui sarà facile sentirsi al sicuro.

È un percorso abbastanza accessibile e non attraversa zone non popolate, il che rafforza sempre la sensazione di sicurezza. 

Come il Cammino francese, è anche un percorso molto interessante e consigliabile al 100% se decidete di intraprendere questa esperienza da soli.

  • Cammino del Nord – Il Cammino del Nord si snoda lungo la costa settentrionale della Spagna, da Irun (Paesi Baschi) alla Galizia. 

Offre paesaggi costieri, villaggi pittoreschi e un’esperienza diversa dal Cammino francese. La lunghezza del Camino varia, ma di solito è più lunga di altri percorsi. 

  • Cammino Primitivo – Il Cammino Primitivo è ritenuto il percorso originale e inizia a Oviedo, la capitale delle Asturie nel nord della Spagna. 

Come suggerisce il nome, evita per lo più il traffico e le infrastrutture moderne, offrendo una splendida passeggiata nella natura. 

Questo percorso comprende alcune tappe che potrebbero essere un po’ più impegnative per chi è alle prime armi, quindi tienilo in conto se scegli questa opzione!

Ricorda che noi di apiediperilmondo possiamo aiutarti a realizzare il tuo Cammino di Santiago migliore 😉

Scegli il periodo migliore per fare il Cammino.

Il Cammino è aperto tutto l’anno. Non è un negozio che chiude o ha orari di apertura. 

È disponibile 365 giorni alla settimana, 24 ore al giorno. 

Per questo motivo, a chi si avvicina per la prima volta al Cammino, consigliamo di farlo in primavera per godere della natura e perché è anche il periodo dell’anno, insieme all’estate e all’inizio dell’autunno, in cui si concentrano più pellegrini. 

Il primo permette anche di godere di temperature generalmente gradevoli, dato che in estate, in alcuni luoghi, le temperature possono essere un po’ alte!

Essere ben informati

Quando si viaggia con gli amici, si può essere certi che se si dimentica qualcosa di essenziale, probabilmente qualcun altro potrà prestartelo. 

Tuttavia, quando si percorre il Cammino di Santiago da sola è fondamentale prepararsi con largo anticipo.

Per iniziare, puoi acquistate la guida Apiediperilmondo “Come organizzare il cammino di Santiago” , che risponde a tutte le domande che ti possono sorgere prima di partire per il Cammino di Santiago, trovare luoghi per riposare, mangiare e dormire, nonché individuare i centri di informazione, oltre ad altri dettagli.

10 regali infallibili per gli amanti dei viaggi a piedi.

Oltre alla nostra guida, possiamo aiutarui a organizzare il tuo viaggio.

 Ricordati che puoi Richiedere un preventivo senza impegno.

Preparati al meglio, ma non preoccupartu troppo: lungo il percorso troverai sempre pellegrini o persone amichevoli del posto disposte ad aiutarii in tutto ciò di cui avrai bisogno.

Pianifica la tua avventura: tappe e alloggio.

Abbigliamento cammino di santiago

Abbiamo già detto che le guide sono essenziali per preparare il cammino, poiché è importante sapere quanti km si percorrono in ogni tappa o la loro difficoltà.

Il Cammino può durare diverse settimane e quindi è importante avere una buona pianificazione a tutti i livelli.

È probabile che si cammini tra le sei e le otto ore al giorno, quindi è necessario un buon riposo ogni notte per prepararsi a un’altra giornata di cammino. 

In questo senso, il Camino dispone di decine di ostelli e Hotel lungo tutti i percorsi per accogliere i camminatori stanchi.

Se non vuoi preoccuparti di dove dormire ogni notte, contattaci senza impegno affinché ci occupiamo di organizzarlo per te, offrendoti sempre le migliori strutture.

L’importanza di uno zaino leggero

il Cammino di Santiago da sola

Uno degli errori più comuni dei principianti è quello di portare uno zaino troppo pesante. Credimi, non vorrei portare uno zaino del genere per otto ore al giorno.

Fai quindi una lista dell’essenziale e poi riducila per includere solo ciò che ti serve davvero. Abbiamo un ottimo articolo a riguardo se sei alle prese con l’organizzazione dello zaino.

Preparati fisicamente per il trekking

Anche se potrai optare per un percorso più facile, senza molte pendenze o terreni collinari, dovrai comunque camminare per ore ogni giorno portando lo zaino. 

Per questo motivo, è consigliabile prendersi il tempo necessario per prepararsi fisicamente al viaggio, soprattutto se non sei una persona molto attive.

Potrai iniziare il tuo allenamento a casa e anche fare delle brevi escursioni portando con voi l’equipaggiamento che userete durante il Cammino.

Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai un programma dedicato all’allenamento prima di partire per il Cammino.

Includi le salite in montagna nel tuo allenamento ti aiuterà ad affrontare più facilmente i terreni più difficili.

Più ti preparerai fisicamente, più ti godrai il cammino, ma non preoccuparti: migliorerai la tua forma fisica durante il cammino stesso e, se incontrerai delle difficoltà, ricordati sempre il motivo per cui hai intrapreso il cammino.

Evitare di camminare di notte

Come già detto, affrontare il Cammino di Santiago da sola è generalmente sicuro, ma non è consigliabile farlo di notte. 

È probabile che si trovino tratti in cui si cammina completamente soli e, in caso di bisogno di aiuto o assistenza, non si ha nessuno a cui rivolgersi (anche se, se prenoti con noi, saremo 24 ore su 24 all’altro capo del telefono per guidarvi).

Inoltre, anche se il percorso è ben segnalato, i cartelli potrebbero non essere visibili di notte, con il rischio di perdere l’orientamento.

La maggior parte dei pellegrini segue orari abbastanza simili, in genere iniziando al mattino, ed è consigliabile attenersi a questi orari, soprattutto se è la prima volta che si percorre il Cammino in solitaria.

Conosci la gente del posto. Non morde!

Una delle esperienze più arricchenti di questa avventura è la cordialità della gente del posto. Camminare da sola, magari lontani da casa e attraversando una fase di vita particolare (come molti camminatori), può generare momenti in cui ci si sente smarriti e soli.

In questi momenti, la gentilezza degli sconosciuti significa molto. 

Sono noti per essere incredibilmente disponibili nei confronti dei pellegrini, quindi non esitare ad avvicinarti a loro se avrai bisogno di aiuto, indicazioni, consigli sui luoghi da visitare… 

Non importa se non parlano la tua lingua, credimi se ti dico che vi capirete sicuramente!

Accettare le emozioni 

Camminare per ore ogni giorno per settimane può essere e sarà un’esperienza intensa, e non intendo solo dal punto di vista fisico. 

Probabilmente avrai iniziato questo viaggio per allontanarti dalle preoccupazioni quotidiane, per scoprire ciò che vuoi nella vita e anche per sfuggire alle emozioni negative.

Ma indovina un po’: non potrai fuggire da te stessa, anche se cammini per molti chilometri al giorno. Anzi, avrai l’opportunità, come mai prima d’ora, di trascorrere ore al giorno semplicemente camminando, riflettendo e provando una varietà di emozioni.

Ti incoraggio ad accogliere questo momento.

All’inizio può sembrare scomodo, ma a lungo andare può aiutarti a chiarire le tue emozioni, ad ascoltare davvero i tuoi bisogni e a iniziare un nuovo capitolo della tua vita. 

Riconosci le tue paure e superale.

Se non hai mai intrapreso qualcosa di simile prima d’ora, è probabile che ti senta spaventato e ansioso, dubitando di aver fatto la cosa giusta tuffandoti in questa avventura.

Ti ricordiamo che provare paura prima di intraprendere qualcosa di nuovo e avventuroso è normale. Riconosci la tua paura e ricordati che va bene così.

All’inizio la paura può essere più intensa, ma ti sorprenderà la rapidità con cui sparirà quando vi concentrerete sulla presenza nel momento.

Goditi appieno il cammino

Affrontare il Cammino di Santiago da soli può essere una sfida, ma non lasciare che le peculiarità di questo viaggio fisico e personale ti impediscano di goderti appieno l’esperienza. 

Ti garantiamo che quando tornari a casa non sarai più la stessa persona 😉

E come abbiamo detto prima, se vuoi fare il Camino ma hai delle paure (quelle riflesse in questo articolo e anche di più) puoi contattarci per risolvere tutti i tuoi dubbi e lasciare che mani e piedi esperti ti aiutino a organizzare al meglio il tuo cammino.

Grazie per averci letto e buon cammino!

Lydia Ramos Lopez

Lydia Ramos Lopez

Ciao! Sono Lydia e sono appassionata di scrittura fin da quando avevo 8 anni. Mia madre dice che non me la cavo male, ma ovviamente è mia madre. Ho studiato Turismo e ora combino due delle mie grandi passioni sul sito web di Apidiperilmondo: scrivere e viaggiare, cosa si può chiedere di più? Grazie per leggermi!

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scegli il tuo viaggio a piedi

Come allenarsi
Vuoi Ricevere in 🎁 regalo la Guida PDF
"Come allenarti per un viaggio a piedi?"

Iscriviti alla Newsletter ➜ Iscriviti alla Newsletter ➜

Iscriviti alla Newsletter Iscriviti alla Newsletter