Assicurazione Annullamento Incluso e Rimborso per viaggio Cancellato 📲 Chiama Ora   +39 391 75 13 937

Seconda settimana sulla Via de la Plata (travel blog)

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su email
A VPN is an essential component of IT security, whether you’re just starting a business or are already up and running. Most business interactions and transactions happen online and VPN
seconda settimana sulla via de la plata

[av_one_full first min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”]
[av_textblock size=” font_color=” color=”]

seconda settimana sulla via de la plata

[/av_textblock]
[/av_one_full]

[av_one_fifth first min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”]
[av_sidebar widget_area=’Sidebar Blog’]
[/av_one_fifth]

[av_three_fifth min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”]
[av_textblock size=” font_color=” color=”]

Seconda settimana sulla Via de la Plata

250 km da El Real de la Jara a Canaveral per la seconda settimana sulla Via de la Plata, attraverso paesaggi quasi desertici che mettono a dura prova il pellegrino

[easy-social-share buttons=”facebook,twitter,google,pinterest” counters=1 counter_pos=”hidden” style=”button” point_type=”simple”]

Da El Real de la Jara a Cañaveral la Via de la Plata è meravigliosa. Il panorama che mi circonda e quello che si riesce ad ammirare dall’alto dei colli ripaga tutta la fatica. La scarsa umidità e la quasi totale assenza di pioggia ancora plasmano una natura brulla e secca, ma si nota col passare dei chilometri un lento cambiamento del paesaggio.

Il numero dei pellegrini è rimasto sempre uguale da quando sono partito. Ho notato però un aumento dei ciclisti, che coprendo distante nettamente maggiori dei camminatori, passano, salutano e corrono via, presenze quasi da comparsa lungo il Cammino.

Il cibo è buono e i costi sono allineati a quelli sugli altri cammini. Il menù del pellegrino è molto vario e cambia a seconda di dove ci si trovi; si aggira intorno ai 7€ – 10€ e comprende un pasto completo, sano e nutriente, adatto insomma alle esigenze di un pellegrino ( primo, secondo, dolce, vino, caffè e acqua).

I mezzi, come autobus e taxi, sono sempre molto efficienti e offrono diverse scelte di orari e tratte. Io purtroppo ne ho avuto bisogno per una tendinite e mi sono trovato molto bene.

La segnaletica lungo la Via de la Plata

La segnaletica si sta rivelando un po problematica. Certo, i segnali non mancano, ma in alcuni punti devi, diciamo, “interpretare” i segni e cercare di capire da che parte ti mandano. Sui lunghi rettilinei di frecce non ce ne sono molte, e se non sei sicuro di aver preso la direzione giusta al precedente svincolo rischi di farti prendere dal dubbio. Quindi è necessario fare moltissima attenzione, e ai bivi devi anche controllare sotto la vegetazione, perché questa, crescendo, può coprire i segnali presenti. Per questi motivi, se si parte la mattina prima dell’alba, è consigliabile essere muniti di una torcia molto potente che illumini anche la strada in lontananza, così da vedere anche i segnali più nascosti.

Via de la Plata d’Agosto, un cammino psicologico

A due settimane dall’inizio della mia avventura, se dovessi fare una breve riflessione, non avrei dubbi nel dire che la Via de la Plata fatta in estate è un cammino psicologico. Non solo il forte caldo, che raggiunge nel pomeriggio i 45 gradi, ma anche l’estrema solitudine in cui si trova, mette davvero alla prova. Non si tratta solo del camminare da solo, che comunque, facendolo tutti i giorni, stanca, ma nel trovare gli ostelli e i paesi nei quali si alloggia quasi deserti, senza la possibilità di instaurare un rapporto duraturo con qualcuno.

Capita quindi di dover affrontare momenti di crisi, nei quali si è tentati di abbandonare e rinunciare al Cammino. Qualche giorno fa ho vissuto proprio uno di questi momenti, demoralizzato, oltre che da caldo e solitudine, anche da condizioni fisiche precarie, dolorante per un principio di tendinite. Non avere nessuno con cui parlare, sfogarsi o che ti dia qualche parola di conforto è dura. Per fortuna ho potuto contare sul sostegno e la forza di un gruppo di amici pellegrini conosciuti due anni fa sul Cammino Francese, che mi hanno incoraggiato ad andare avanti, a riposarmi il tempo utile e a non mollare.

Un simpatico aneddoto 

Sono già alla mia seconda settimana sulla Via de la Plata e ieri mattina, proprio dopo il mio giorno di riposo, pieno di spirito e carico di energie, comincio ad ascoltare un po di musica. Scelgo i Pooh, che comincio a cantare a squarciagola usando il mio bastone come microfono, ballando e facendo mossette in mezzo alla strada. A un certo punto sento qualcuno dietro di me cantare con me sulle note di Piccola Ketty, mi giro e vedo un ragazzo in bici, divertito dalla mia esuberante performance. Scopro poi che si tratta di uno spagnolo che ha lavorato per un po in Italia, e che quindi conosceva la canzone. Ci salutiamo e continuiamo, ognuno col suo passo, a riempire questo deserto di musica.
[/av_textblock]
[/av_three_fifth]

[av_one_fifth min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”]
[av_textblock size=” font_color=” color=”]
GALLERIA


[/av_textblock]

[av_masonry_gallery ids=’8367,8364,8368,8365,8369,8370,8371,8372,8366,8363,8373,8374′ items=’24’ columns=’flexible’ paginate=’pagination’ size=’flex’ gap=’large’ overlay_fx=” container_links=’active’ id=” caption_elements=’none’ caption_styling=” caption_display=’always’ color=” custom_bg=”]
[/av_one_fifth]

[av_one_fifth first min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”][/av_one_fifth]

[av_three_fifth min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

Vai allo shop

accessori
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Guarda anche


[/av_textblock]

[av_blog blog_type=’taxonomy’ link=’post_tag,56′ blog_style=’blog-grid’ columns=’4′ contents=’title’ content_length=’content’ preview_mode=’custom’ image_size=’square’ items=’4′ offset=’0′ paginate=’no’ conditional=”]

[/av_three_fifth][av_one_fifth min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”][/av_one_fifth]

[av_hr class=’custom’ height=’50’ shadow=’no-shadow’ position=’center’ custom_border=’av-border-fat’ custom_width=’1500′ custom_border_color=’#ff6600′ custom_margin_top=’30px’ custom_margin_bottom=’30px’ icon_select=’no’ custom_icon_color=” icon=’ue808′ font=’entypo-fontello’]

[av_one_fifth first min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”][/av_one_fifth]

[av_one_fifth min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”]

[av_image src=’https://www.apiediperilmondo.com/wp-content/uploads/2016/08/Matteo-Scalise-180×180.jpg’ attachment=’7955′ attachment_size=’square’ align=’center’ styling=’circle’ hover=” link=” target=” caption=” font_size=” appearance=” overlay_opacity=’0.4′ overlay_color=’#000000′ overlay_text_color=’#ffffff’ animation=’no-animation’][/av_image]

[/av_one_fifth][av_two_fifth min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

MATTEO SCALISE

[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
Ciao, mi chiamo Matteo, ho 32 anni e abito a Briosco, un piccolo paese della Monza e Brianza. Faccio il muratore ma il mio sogno è di aprire un albergue sul Cammino di Santiago, in particolare sul Cammino Francese, nel tratto che da Roncisvalle va a Burgos. Ho fatto il Cammino Francese e quello di Finisterre nel 2014 e ora, nel 2016, sto percorrendo la Via de la Plata. 

Amo fare il Cammino perchè credo che qui SI VIVI DAVVERO! Ti fa sentire libero di decidere e di fare ció che si vuole, di vivere in pace con se stessi e con le proprie scelte!

Ho cercato in questi due anni di portare la vita del cammino a casa con me, e in parte ci sono riuscito, inciampando a volte, ma tornando sempre sulla strada giusta. 

Come dissero nel film Il cammino di Santiago ” La vita si vive, non si sceglie”.
[/av_textblock]

[/av_two_fifth][av_one_fifth min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=” mobile_display=”][/av_one_fifth]

[av_hr class=’custom’ height=’50’ shadow=’no-shadow’ position=’center’ custom_border=’av-border-fat’ custom_width=’1500′ custom_border_color=’#ff6600′ custom_margin_top=’30px’ custom_margin_bottom=’30px’ icon_select=’no’ custom_icon_color=” icon=’ue808′ font=’entypo-fontello’]

[av_comments_list]

Vincenzo Martone

Vincenzo Martone

Founder - Nomade Digitale - Social Media Manager - Fotografo - Marketers - oltre 60 Cammini di Santiago percorsi Ciao, sono Vincenzo ed ho dedicato gli ultimi 6 anni della mia vita nello sviluppo di portali web per la vendita di viaggi. Tra un viaggio a piedi e l’altro in giro per il mondo come Nomade Digitale ho la possibilità di lavorare ovunque portando sempre con me un Mac Portatile, l’attrezzatura fotografica ed una Mug per il caffè americano. Il posto in cui ho lasciato il cuore nel mondo durante i miei viaggi è l’Australia, il secondo è il Giappone ed il terzo la Spagna in cui vivo, ma sempre con lo zaino pronto a partire per la prossima destinazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri viaggi

Abbiamo creato decine di proposte di viaggi a piedi in Italia e nel Mondo.

Scopri come viaggiare con noi 〉

Seguici sui social

Categorie

Post recenti

Follow Us

Iscriviti alla nostra Newsletter

Visita il nostro nuovo portale di viaggi dedicato al

Cammino di santiago

Visita il nostro nuovo portale di viaggi dedicato al

Cammino di santiago

cookie

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per finalità tecniche, statistiche e di profilazione.

Facendo clic su “Accettare”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consultare la nostra Cookie Policy

Vuoi ricevere la nostra newsletter?

Inserisci i tuoi dati qui