Favicon.apiediperilmondo
Viaggio di gruppo

Grande
Traversata
Elbana

60 km

di Cammino

3

Tappe

5

Giorni

4

Notti

Ideati per chi, come te, ama viaggiare in gruppo, conoscere persone nuove e avere un supporto organizzativo in ogni fase del viaggio, i nostri viaggi a piedi sulla Grande Traversata Elbana vogliono darti la possibilità di vivere questa esperienza in tutta sicurezza e tranquillità.

Riceverai una

notifica

per le nuove date

11
5/5

Informazione sul viaggio

Informazioni importanti

✔︎ 1 Coordinatore Apiediperilmondo

✔︎ Assicurazione medica

✔︎ Credenziale Cammino

✔︎ Kit Apiediperilmondo

✔︎ 3 Pernottamenti in B&B e hotel, in camera doppia/tripla

✔︎ Trattamento Mezza Pensione

Tutti i pranzi che verranno svolti al sacco lungo la tappa

La Grande Traversata Elbana, o GTE, è un trekking lungo circa 60km che attraversa da parte a parte tutta l’isola d’Elba. Perfetta per il periodo primaverile e autunnale, la GTE è un’ottima occasione per scoprire parti dell’isola quasi inaccessibili nel periodo estivo a causa del forte caldo.

I panorami sono magnifici! Si cammina in mezzo alla macchia mediterranea e al giallo delle ginestre, e tutt’intorno il blu intenso del mare. Lo sguardo si perde all’orizzonte, a contemplare la Corsica, le coste italiane e tutto l’arcipelago toscano con le sue isole. Insomma, è il trekking perfetto per chi ama camminare nella natura e col profumo di salsedine. 

Il viaggio che proponiamo si compone di 3 tappe, rispettivamente di 22km, 20km e 17km. A parte i paesi di inizio e fine trekking, tutte i fine tappa si trovano fuori dal percorso (sulla GTE non ci sono strutture), raggiungibili con brevi deviazioni. Considerando che la somma dei dislivelli positivi e negativi supera i 2500m, che si cammina ogni giorno per circa 8 ore e che il fondo è in alcuni punti accidentato e sdrucciolevole, è necessaria una buona preparazione fisica e una certa esperienza di trekking in montagna. Il grado di difficoltà della Grande Traversata Elbana è infatti classificato E/EE.

Nel caso in cui tu voglia fare trekking all’isola d’Elba, ma su percorsi semplici, contattaci e studieremo una proposta di viaggio su misura per le tue esigenze.

Giorno 1

Arrivo in autonomia all’isola d’Elba e pernottamento a Rio Marina


Giorno 2

Tappa 1 – da Cavo a Porto Azzurro – 22,5km

Autobus di linea o taxi (da concordare) da Rio Marina a Cavo, distanti una decina di minuti in macchina.

La prima tappa, da Cavo a Porto Azzurro, è percorribile in circa 8 ore. La cima più alta che tocca è quella di Cima del Monte a quota 516m, da cui è possibile ammirare le magnifiche coste elbane.

Un continuo sali e scendi, anche su sentieri sdrucciolevoli, conducono ad altre tre cime: Monte Grosso, Monte Strega e Monte Capannello. Sul percorso anche una postazione militare risalente alla Seconda Guerra Mondiale chiamata Il Semaforo, da cui si gode di una vista spettacolare, e alcune miniere di ferro, minerale che ha reso famosa questa isola per molti anni.

Si giunge infine a Porto Azzurro, una bella località di mare dove si trascorre la notte.


Giorno 3

Tappa 2 – da Porto Azzurro a Procchio – 20,5km

La seconda tappa ci vede risalire il sentiero fino ad incrociare nuovamente la GTE. I dislivelli, minori rispetto alle altre tappe, rendono questa giornata un pò più semplice. 

Una breve deviazione conduce al Monte Orello, quota 377m, ma è al Monte Tambone, che si apre uno dei panorami più belli di questa tappa.

Lungo il tragitto vediamo poi delle fortificazioni militari e un’antica sughereta. Raggiungiamo quindi il bivio per il paese di Procchio e le sue spiagge, dove si trascorre la notte.


Giorno 4

Tappa 3 – da Procchio a Pomonte – 17,5km

Questa è la tappa più dura di tutte, e nonostante il “basso” numero di chilometri le ore di cammino sono almeno 7.

Da Procchio al bivio per Pomonte sono tanti i punti panoramici, come quello da Monte Maolo, da cui si può ammirare quasi tutta la costa dell’Elba e le isole di Capraia, Montecristo e Giglio.

Una visita al Santuario della Madonna del Monte e si comincia, tra sali e scendi, a perdere quota.

Alcuni castagneti e una serie di terrazzamenti di vigneti conducono infine al paese di Pomonte e al mare. Notte a Pomonte.


Giorno 5

Rientro in autonomia o estensione all’isola d’Elba