Alimentazione, osteopatia e Nordic Walking

Alimentazione, osteopatia e Nordic Walking

Per trovare il proprio Equilibrio Dinamico, bisogna scoprire la propria combinazione vincente tra alimentazione, osteopatia e Nordic Walking

Al giorno d’oggi riuscire a condurre uno stile di vita che contribuisca a un equilibrio psico fisico può sembrare difficile. Per riuscire in questo intento spesso si fa appello a grandi cambiamenti, quando invece può essere più conveniente iniziare con piccoli passi graduali.

Alimentazione e Nordic Walking

Alimentazione, osteopatia e Nordic Walking

L’alimentazione è una delle chiavi di volta, e non solo nell’ottica di perdere peso. Se è vero che noi siamo ciò che mangiamo, anche la nostra lucidità mentale, il buon riposo e la performance fisica dipendono da come ci si nutre. Spesso non è semplice!

Alcuni consigli semplici e piccoli:

  • riscoprire il senso primordiale della così detta Dieta Mediterranea,
  • variare molto i cibi
  • ricordarsi che in famiglia tutti possono mangiare le stesse pietanze. Sarà importante, però, differenziare le quantità in base all’età e all’attività sportiva o esercizio fisico che fanno genitori e figli.

E’ scontato che alla base della piramide alimentare ci sia proprio il movimento! E’ importante che quotidianamente il corpo sia impegnato in un esercizio fisico di più o meno alta intensità. Una disciplina come il Nordic Walking può essere molto versatile e adattabile a età e condizioni fisiche diverse, oltre che modulata in ogni singola sessione di allenamento. Inoltre, il suo costo molto basso e la sua immediatezza “Esco di casa e inizio a muovermi!”, lo rendono unico.

Il valore aggiunto rispetto al semplice cammino è il maggiore impegno della muscolatura corporea che si estende anche al tronco e agli arti superiori con tutto ciò che ne consegue. Il valore aggiunto rispetto alla corsa, che non tutti possono fare per problemi di sovrappeso, discopatia o altre patologie, è che si possono raggiungere carichi di lavoro molto elevati senza sollecitare dorso e articolazioni come caviglie e ginocchia.

Il Nordic Walking per la tipologia di movimento completo (arti inferiori, superiori e attenzione mentale al gesto tecnico) che crea, sia a livello muscolo articolare, sia energetico, può contribuire molto alla ricerca di un equilibrio in continuo movimento.

Osteopatia e Nordic Walking

Alimentazione, osteopatia e Nordic Walking
Foto da l web

Mondi apparentemente lontani, alimentazione, osteopatia e Nordic Walking, rappresentano tre aspetti tra loro complementari: come fossero tre ingranaggi il cui movimento è generato dal movimento degli altri due e l’intero movimento è generato da quello dei tre in modo armonioso e uniforme.

I punti di partenza possono essere tre, ovviamente: l’alimentazione, il movimento o un trattamento. Da qui si può innescare un percorso di ascolto e conoscenza di sé che rende le altre due fondamentali per un cammino verso un equilibrio psico fisico. Le risorse che si possono trovare nel cibo, nel Nordic Walking o nell’Ostepatia possono essere la scintilla che mette in moto la curiosità di ognuno di noi, da cui nasce il desiderio di scoprire cosa ci può essere dietro la curva o la salita che si trova davanti.

La ricerca del proprio Dinamismo Equilibrato” (A.C.) che passa attraverso il cibo, con cui si mantiene attivo il corpo, e attraverso il movimento, a diverse intensità, ha alla base l’ascolto di sé finalizzato alla consapevolezza delle proprie risorse. Risorse assolutamente fondamentali per generare movimento!

Leggi tutti gli articoli sul Nordic Walking

Dal Registro Osteopati Italia
L’Osteopatia è una medicina non convenzionale riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e definita nel 2007 come una medicina basata sul contatto primario manuale nella fase di diagnosi e trattamento.
Il report 2012 della Osteopathic International Alliance la definisce come un sistema di cura che attraverso la valutazione, la diagnosi e il trattamento, può essere applicato ad una vasta varietà di condizioni cliniche, entrando a pieno titolo nel concetto di cura della salute supportato da conoscenze scientifiche.
L’Osteopatia si basa sul considerare l’essere umano come l’unità di corpo, mente e spirito.
Ogni singola parte del corpo è in grado di interagire con l’insieme attraverso il movimento, cartina al tornasole della qualità della vita e della salute.
Attraverso la sua valutazione (analisi della postura e palpazione) è possibile individuare gli eventuali disturbi su cui intervenire attraverso tecniche manuali in grado di correggere i disequilibri e ripristinare le condizioni fisiologiche del movimento e quindi della salute.
Pur non utilizzando farmaci, rimedi naturali e strumenti medicali o elettromedicali, attraverso la manipolazione dei tessuti, un osteopata è in grado di innescare i processi di autoguarigione di cui è naturalmente dotato l’organismo.
Non interviene nel recupero di mobilità persa in seguito a patologie neurologiche od ortopediche, traumi o interventi chirurgici, e non può quindi essere inserita tra gli interventi riabilitativi: è complementare ad altre professioni sanitarie, come la fisioterapia e la medicina convenzionale.
I disturbi su cui l’osteopatia può agire interessano l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, cranio-sacrale e viscerale.
Oltre ad essere un valido contributo e supporto nella cura di molte patologie, l’osteopatia si dimostra efficace anche nelle prevenzione e nel mantenimento dello stato di salute.
Il suo valore terapeutico, oltre che ad essere testimoniato dagli stessi pazienti (circa il 7-8% della popolazione ricorre all’osteopatia secondo i dati Istat ed Eurispes 2012), è dimostrato dalle evidenze emerse dalla ricerca scientifica.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCEGLI

IL TUO

VIAGGIO 

CHIUDI

PROSSIMO

VOGLIA DI PARTIRE??

Send this to a friend